La bancarella vintage di Freddy Mercury

La passione per gli affari è innata, ciascuno di noi aprendo gli armadi per il cambio di stagione almeno una volta ha esclamato: ‘ma quanti vestiti ho?!’ oppure ‘questi, questi e quelli non li metto più: ci potrei fare un mercatino’.

Detto fatto. Ormai quella del ‘fare la bancarella’ e quella di andare a curiosare sono diventate un’abitudine, anche per lo sfizio di vedere se c’è modo di fare qualche affare - magari di qualità - a poco prezzo.

C’è stato un tempo in cui anche il divino Freddy Mercury aveva la sua bancarella vintage e la gestiva in coppia con Roger Taylor al Kensington Market di Londra.

Era la fine degli anni ‘60, i due (futuri) mostri sacri del rock e compagni di leggenda nei Queen si arrangiavano vendendo abiti edoardiani, sciarpe di seta, giacche e capi ornati di pizzo, perline e velluto come comandava la moda dell’epoca.

Il fascino senza tempo del colore, unito all’esplosione di stile che accompagnava quegli anni era stato ed è ancora in grado di creare figure e abbinamenti irripetibili.

A Mercury e Taylor la bancarella serviva per raggranellare denaro da reinvestire poi nella musica e anche a compensare gli allora scarsi fondi economici.

Si capì subito che quello non era il loro mondo, non erano fatti per quel business - che a sua volta stava vivendo un primo boom - Ma erano bravi, gentili.

Anche se Mercury arrivava sempre un po’ in ritardo la mattina.

Un giorno a quella stessa bancarella si presentó un altro genio della musica moderna, al momento ancora squattrinato: David Bowie.

La leggenda vuole che sia stato proprio Freddy Mercury a fargli provare un paio di deliziosi stivali vintage a prezzo regalato: una prima scintilla che poi sarebbe esplosa anni dopo nella hit planetaria ‘Under pressure’.


 

SEMPRE CON TE


resta in contatto e ricevi le nuove tendenze

Copyright © 2018 - Rag. Soc.: Sofia vintage di Marcov Gorana.
Via Roma 26. - 56025 - Pontedera(pi)   |  P.Iva 02186970501


Progetto Web Marketing Village