Gli abiti inquinano.

Il mondo moderno parla chiaro e chiede di rimboccarsi le maniche nel nome del risparmio.

Che non è solo quello che riguarda le nostre tasche, ma che punta anche e soprattutto dritto verso il consumo smodato di risorse e la distruzione ambientale. Bisogna innanzitutto dire che il fast fashion si sta sempre più qualificando come una vera rovina dei tempi di oggi. Una moda 'tossica', che porta il mondo dei vestiti al secondo posto dietro al petrolio in tema di inquinamento.

Gli abiti, sì, inquinano.

Eppure si continua a comprarne sempre di nuovi: tessuti e stoffe sempre più spesso di bassa qualità che contribuiscono a inquinare il mare e gli oceani perché sono fatti di fibre sintetiche di plastica. Ricordate le isole di plastica galleggianti?

Ecco, sono il cancro del nostro ecosistema. Parlavamo di 'fast fashion', quella moda veloce e meccanica riprodotta in serie che purtroppo genera sprechi. Per moda veloce si intende anche quella delle grandi catene di vendita online, che tra una promozione e l'altra contribuiscono agli acquisti sfrenati che vanno a riempire gli armadi anche e soprattutto quando non ce n'è bisogno.

Tra le soluzioni ad alto impatto culturale c'è senz'altro quella del recupero dei 'fasti del passato' ovvero degli abiti che hanno visto passare qualche epoca. Così dagli anni '60 (ma non solo, naturalmente) può tornare in vita una moda o una tendenza che riempie gli armadi senza svuotare le tasche.

Come?

Rimettendo in circolo abiti e accessori che arrivano direttamente dal passato: il famoso circuito del vintage.

Stiamo parlando di disegni inconfondibili che hanno saputo raccontare e qualificare un'epoca: colori, tagli e accessori che ricorrono e piacciono perché simboli accreditati. Perché il meglio della creatività è esplosa nel secolo scorso e oggi anche la grande industria della moda di lusso vive di luce riflessa. Una luce che quegli abiti e accessori di ieri sanno spandere ancora al meglio al giorno d'oggi.

Come la bicicletta può significare una sfida semplice ed efficace allo smog e al traffico, così il recupero di un abito o di un accessorio può significare un risparmio di tempo e denaro, un antidoto all'indotto inquinante del 'fast fashion'. Insomma, una buona pratica.

 

SEMPRE CON TE


resta in contatto e ricevi le nuove tendenze

Copyright © 2018 - Rag. Soc.: Sofia vintage di Marcov Gorana.
Via Roma 26. - 56025 - Pontedera(pi)   |  P.Iva 02186970501


Progetto Web Marketing Village